IL SETTORE DEL BEVERAGE NEL WEB BUSINESS

Vino italiano e web business directory

Oggi una strategia di marketing completa deve prevedere la presenza online dell’azienda e dei suoi prodotti. Il web è insieme una vetrina e un mercato mondiale e, come tale, permette alle aziende di essere visibili e raggiungibili dagli utenti in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo. Il settore del beverage con tutte le sue eccellenze può trarre dalla presenza in rete vantaggi concreti, immediati e misurabili.

Nel 2016 ben 18,8 milioni di italiani hanno fatto acquisti online per un valore complessivo di 19,3 miliardi di euro (dati provenienti da Casaleggio Associati e NetComm – Osservatorio Politecnico). Gli stessi dati dicono che nel 2016 il settore alimentare è cresciuto del 77% rispetto all’anno precedente. In questo settore il vino italiano può avere un ruolo centrale perché, grazie al packaging e alle lunghe scadenze, si presta alla commercializzazione online molto meglio rispetto al food fresco, per fare un esempio. Eventi come Expo2015 e Vinitaly oltre a rafforzare l’appeal del made in Italy, diffondono, inoltre, la sensibilità per le produzioni locali, tanto che anche le piccole aziende vitivinicole possono avvicinarsi al web sapendo di trovare un pubblico attento alla tipicità del prodotto. L’e – commerce con i suoi bassi costi di gestione e l’apertura h24 è la soluzione ideale per i tanti piccoli produttori di vini che prima consideravano i mercati esteri fuori dalla loro portata o raggiungibili solo a patto di investimenti molto grandi.

Lo stesso vale per il mercato delle birre artigianali, che è in rapida crescita pur restando ancora di nicchia. Anche in questo caso lo shop online può moltiplicare la capacità di vendita delle piccole aziende che operano in questo settore.

Attraverso la presenza nel web, inoltre, è possibile raccogliere dati sui propri clienti che potranno essere usati per conoscerli meglio e fidelizzarli. Se al sito si aggiungono i profili sui social network, ecco che il rapporto dell’azienda con i consumatori si fa ancora più stretto e ricco. Se consideriamo, infine, le campagne di newsletter e la possibilità di costruire app aziendali, ce n’è abbastanza per sfatare il mito per cui il web consente soltanto rapporti impersonali. Sapendo leggere bene i dati raccolti dalle interazioni online, un’azienda può profilare accuratamente i suoi clienti in modo da calibrare la propria offerta in maniera sempre più precisa.

In definitiva, i vantaggi offerti dal web alle aziende del beverage made in Italy non riguardano solo l’estensione del loro raggio di azione verso nuovi consumatori con costi molto contenuti, ma anche la possibilità di fidelizzare la clientela già acquisita. Nello specifico, vi proponiamo la soluzione per la popolarità su web come l’iscrizione e directory tematiche, di settore come quelle sul BEVARAGE MADE IN ITALY e generiche.

FONTE IMMAGINE DI COPERTINA: http://www.testpoint.it/scegliere-il-vino-guida-per-tuttaltro-che-intenditori/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *